ESSERE ACLI...
con i Caregivers

Sabato 9 novembre si è tenuto al Salone Estense di Varese il momento conclusivo del progetto “caregivers”

cui il nostro Circolo ha partecipato, con una serie di iniziative (cinque incontri, nello scorso mese di febbraio) molto impegnative e ad ampio raggio, che hanno coinvolto diversi soggetti in più sedi. 

Rufino Selmi, presentando l’incontro, ne ha indicato gli scopi: 

  • prendere coscienza del tema e di quanto fatto
  • progettare in prospettiva futura.

caregivers

Francesca Botta, coordinatrice del progetto, ha parlato dell’importanza dell’impegno dei volontari e della necessità di dare seguito alla ricognizione dell’offerta territoriale con un’ampia raccolta delle problematiche e con la promozione di percorsi di accompagnamento e di formazione, mirati a sensibilizzare, incontrare, fornire aiuti e supporti alla solitudine in cui spesso si trova chi si prende cura di un familiare disabile o anziano, e, nei prossimi mesi, promuovere una legge regionale di iniziativa popolare sul tema.

Giuseppe Imbrogno, delle ACLI regionali, ha illustrato la proposta di legge, per presentare la quale si raccoglieranno firme di elettori della Regione Lombardia fino a marzo 2020. 

La proposta intende dare: 

  1. importanza alla figura del caregiver familiare nel sistema assistenziale, non per deresponsabilizzare le istituzioni, ma per richiamarle alle proprie responsabilità
  2. adeguata informazione e supporto alle famiglie
  3. risposte chiare al bisogno di aiuto, lavorando per ricomporre l’offerta .

Non possiamo che apprezzare questi ottimi intenti e farli nostri.

In concreto, che cosa farà il nostro Circolo? Ci poniamo tre obiettivi:

  1. promuovere: la raccolta firme degli elettori cassanesi, a supporto della legge regionale di iniziativa popolare
  2. continuare: a porre attenzione a chi si prende cura di chi ha bisogno di assistenza, per handicap, per età, per disabilità da malattie…, promuovendo incontri di informazione e formazione e mantenendo i servizi già attivi: AdS (=supporto agli amministratori di sostegno) e caregiver’s cafè (= possibilità di incontrarsi in un ambiente della nostra sede il giovedì pomeriggio)
  3. potenziare l’offerta con iniziative già discusse e progettate, ma ancora in stand-by: lo “sportello prossimità” (= dove trovare informazioni su aiuti, possibilità pratiche e legislative per l’assistenza familiare); incontri di sollievo, ricreazione e ginnastica dolce per caregivers; la “little library” (la casetta dei libri da prendere e anche portare, come altro luogo di incontro e amicizia..)

E sempre con quell’attenzione ai bisogni che porti a rendere il sistema di assistenza territoriale sempre meglio rispondente ai bisogni che emergono.

Nella sua recente lettera per il tempo d’Avvento, il nostro arcivescovo Delpini scrive: “La situazione è l’occasione”: poniamoci questa frase come motto del nostro fare.

firme

 

LE FIRME SI RACCOLGONO

  • In comune presso l’ufficio elettorale
  • durante l’incontro del 15 dicembre
  • durante la festa del circolo il 19 gennaio
  • al centro anziani

Informazioni aggiuntive